Scuola

processi di innovazione

Rete scolastica delle Madonie. Ambienti innovativi per la didattica integrata: Smart schools e officine energetiche (FabLabs)

Informazioni generali

AmbitoScuola - Istruzione
Stazione appaltanteRete scolastica Madonie
Beneficiari direttiRete scolastica
Localizzazione dell'interventoComuni dell'Area Interna
Tipologia di appaltoAcquisto di beni e realizzazione di servizi
ProceduraBando di gara
Finanziamento€ 1.224.661,52
Obiettivo dell'interventoPotenziare la creatività e le competenze degli studenti e dei docenti con un approccio integrato e proattivo alle nuove tecnologie digitali e di comunicazione; sperimentare percorsi formativi che connettono conoscenze teoriche con l'esperienza del fare e del lavoro comune; innovare l'organizzazione del tempo scolastico e promuovere modelli didattici funzionali all'insegnamento/apprendimento attivo.

Descrizione dell'intervento

Si tratta di un intervento complesso all’interno di un più ampio programma di innovazione dei percorsi di istruzione e formazione del territorio, articolato in 4 differenti azioni, che prenderanno il via prioritariamente in alcune scuole “pilota” rappresentative del territorio della SNAI (Alte Madonie, Basse Madonie e Madonie Imeresi), per poi essere avviato in altri istituti selezionati dalla stessa Rete Scolastica in base alla dotazione informatica esistente, alla disponibilità di competenze interne, di spazi scolastici adeguati, al PTOF (piano territoriale di offerta formativa) e infine alla disponibilità dei dirigenti scolastici e delle amministrazioni comunali.

Questo intervento si articola quindi in quattro azioni integrate:

  1. Creazione di laboratori per la didattica digitale integrata (smart schools): si tratta di allestire delle aule con arredi e attrezzatura digitale (es. tablet individuali in rete con il docente e con un grande schermo). Comprende anche percorsi formativi per i docenti.
  2. Creazione di officine energetiche (FabLab), con il contributo scientifico del consorzio ARCA si sperimenteranno nuovi modelli di apprendimento attraverso l’allestimento (attrezzatura arredi) di piccoli laboratori di fabbricazione per il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Comprende anche percorsi formativi per i docenti e per il personale ATA.
  3. Allestimento di laboratori audiovisivi e multimediali, attraverso l’acquisto di attrezzatura hardware (postazioni pc) e software (programmi per il montaggio di foto video, audio), di dispositivi per il lavoro in rete tra studenti e con il docente con un approccio di apprendimento cooperativo.
  4. Creazione di una webTV che coinvolgerà prioritariamente uno degli istituti che sperimenteranno sia il laboratorio audiovisivo sia le attività laboratoriali di smart school. Si articolerà in un palinsesto settimanale di appuntamenti seriali per fidelizzare l’utenza e con sottotitoli in inglese per agevolare la fruizione a livello internazionale.